Esteri

Padova, passa col rosso per salvare cane: restituiti punti patente

Padova, passa col rosso per salvare cane: restituiti punti patente”

È vero. Si trovava nel comune di Montagnana, in provincia di Padova, e non ha esitato a compiere l'infrazione. Così incurante del Vista Red che sorvegliava l'incrocio, Bruno Zampieron ha accostato il furgone al cane in modo da fare barriera all'incrocio, perchè non venisse investito di nuovo. Anzi, un motivo più che valido: salvare la vita di un cane. Non poteva annullare la multa, dal momento che era già stata pagata dalla società per la quale lavora il conducente del mezzo, ma ha accolto il ricorso di quest'ultimo, che non voleva gli fossero decurtati i punti dalla patente. Quando l'accalappiacani è giunto sul posto, alle 23.30, il cane era stato appena travolto da un'auto e giaceva, ferito e immobile, nell'incrocio sorvegliato da Vista Red, sistema di controllo che fotografa il passaggio delle macchine che non rispettano il rosso al semaforo. "Ho stabilizzato il cane, sistemato l'animale nella barella e controllato il chip, ma il Vista Red mi ha fatto parecchie foto". Risultato? Sei punti tolti dalla patente e 170 euro di multa. La cooperativa, ovviamente, ha pagato la sanzione, ma Zampieron si è opposto alla soppressione dei suoi punti, presentando ricorso e vincendolo.

L'articolo 54 del Codice penale prevede infatti la non punizione in "stato di necessità", per scongiurare cioè il pericolo attuale di un danno grave ad una persona.

Nella decisione si legge inoltre che il lavoratore "non è punibile in quanto intervenuto in soccorso di un essere vivente capace di provare dolore".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato