Scienza

A24 Aumento pedaggio: ecco come è andato l'incontro tra Zingaretti e Delrio

A24 Aumento pedaggio: ecco come è andato l'incontro tra Zingaretti e Delrio”

I primi cittadini, al termine dell'incontro che è stato a rischio per un'incursione di Casapound, si sono detti parzialmente soddisfatti "per gli impegni assunti dal tavolo al quale è stato consegnato il documento sottoscritto a Carsoli nel quale, come richiesta principale, vi è la sospensione dell'aumento del pedaggio e l'avvio di un tavolo istituzionale per una soluzione strutturale che possa favorire gli investimenti e abbattere il costo del pedaggio". Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio annuncia sconti del 20% per i pendolari.

Insomma, un incontro molto atteso quello tra il presidente della Regione e Lazio e il ministro Delrio che ha portato a una pianificazione economica su scala: ci vorranno cinque anni per rallentare la scalata delle tariffe, nel frattempo sono state avanzate delle ipotesi che potrebbero realizzarsi nell'immediato. In continuità con un dialogo avviato con Bruxelles da parte del Ministero, si lavorerà ad un tavolo con la Concessionaria, anche sulla base dell'informativa presentata dal Ministro al Cipe del 22 dicembre, per mettere a punto un nuovo Pef.

La delegazione di sindaci ha chiesto di partecipare al tavolo di discussione, dove sono presenti Luciano D'Alfonso, presidente della Regione Abruzzo, Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio: riunione che, secondo quanto appreso, era cominciata senza la rappresentanza delle fasce tricolori abruzzesi. "Rispetto agli appelli di sindaci e cittadini abbiamo messo in campo una proposta di soluzione credibile - ha aggiunto Zingaretti - che va incontro alle esigenze dei pendolari e aiuta anche il gestore nella sicurezza della infrastruttura". Pierpaolo Pietrucci, consigliere Pd, ha detto che "il problema ha bisogno di soluzioni complesse che vedranno coinvolti tutti, con il protagonismo dei sindaci".

L'incontro tra il ministro del Mit e i governatori di Lazio e Abruzzo ha dato i suoi effetti immediati e calma la rivolta.

"La società Strada dei Parchi da sempre si dice pronta ad affrontare il tema delle tariffe in una logica strutturale, tanto da aver avanzato diverse proposte di Piano economico finanziario capaci di tenere sotto controllo proprio l'incremento tariffario". "Proposte che finora non hanno incontrato il favore del ministero, però".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato