Finanza

Adiconsum: UBI chiamata a rispondere sul comportamento scorretto di Banca Marche

Adiconsum: UBI chiamata a rispondere sul comportamento scorretto di Banca Marche”

È l'indicazione che arriva da una delle decisioni prese dall'Arbitro per le controversie finanziarie della Consob.

L'Arbitro ha adottato un orientamento che accoglie la linea adottata da Adiconsum Marche la quale, da sempre, ha affermato il diritto dei singoli investitori a rivolgersi al nuovo istituto per ottenere ragione dei danni subiti.

"I clienti della vecchia banca, così come avrebbero potuto avanzare pretese risarcitorie nei confronti della vecchia banca - si legge nella decisione dell'arbitro - allo stesso modo non possono non ritenersi legittimati a procedere in tal senso anche nei confronti della Nuova Banca".

Non c'è risoluzione che tenga e a fronte di pretese risarcitorie sui servizi d'investimento prestati ai clienti da una delle quattro banche "decotte" messe in liquidazione nel 2015 secondo l'Arbitro Consob possono venire chiamati a risponderne quanti hanno rilevato le quattro 'good bank', ovvero Ubi (per Banca Marche, Etruria e CariChieti) e Bper (per CariFerrara) mantenendo i rapporti contrattuali in continuità. Adiconsum informa che nell'Assemblea pubblica che si terrà il giorno 15 gennaio alle ore 18.00 a Macerata presso la Domus San Giuliano, Via Cincinelli n. 4 verrà fatto il punto della situazione con gli azionisti di Banca Marche. L'Acf si è pronunciato con 305 decisioni al 31 dicembre, di cui 187 di accoglimento e 118 di rigetto.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato