Esteri

Camorra, favori dal clan: condannato un ex sindaco nel Casertano

Camorra, favori dal clan: condannato un ex sindaco nel Casertano”

Brancaccio è accusato di aver avuto rapporti con il clan dei Casalesi e dei Mallardo, i quali l'avrebbero poi appoggiato alle elezioni amministrative.

Il gup del Tribunale di Napoli ha condannato a 8 anni di reclusione - la richiesta del pm era stata di 12 anni - Angelo Brancaccio, ex sindaco di Orta di Atella, nella provincia di Caserta.

La speculazione violenta avrebbe causato l'enorme aumento della popolazione in zone abitative pronte a soddisfare le esigenze di un numero molto minore di cittadini.

Una volta eletto, infatti, Brancaccio avrebbe concesso appalti edilizi non autorizzati a società riconducibili ai referenti dei clan ad Orta di Atella, Giuseppe Russo per i Casalesi e i boss Feliciano e Giuseppe Mallardo.

L'indagine si avvalse delle intercettazioni telefoniche e dichiarazioni di collaboratori di giustizia. L'ex sindaco di Orta di Atella, attualmente in carcere, era stato arrestato anche nel 2014 insieme all'ex sindaco di Gricignano, Andrea Lettieri, nell'ambito dell'inchiesta sulla societa' di rifiuti Gmc con a capo i fratelli Sergio e Michele Orsi, imprenditori ritenuti vicino al clan dei Casalesi. Quando fu arrestato lo scorso 13 giugno era da poco tornato in libertà.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato