Finanza

Corea del sud, il Governo vuole vietare le criptovalute

Corea del sud, il Governo vuole vietare le criptovalute”

La Corea del Nord, uno dei principali mercati al mondo attivi nel campo delle criptovalute, starebbe preparando una legge che vieterà lo scambio nel proprio listino finanziario di monete virtuali come il Bitcoin.

Per non parlare delle ispezioni che Seoul ha lanciato presso sei banche, inclusa la Industrial Bank of Koresa, che permettono alle aziende interessate al trading delle criptovalute di aprire conti correnti virtuali. Per questo ci dobbiamo aspettare investimenti in startup complementari.

Il fatto però è che se la Costituzione prevede questo iter, nella sostanza si tende a seguire tutt'altro approccio: solo una piccola parte di queste leggi in realtà viene discussa in Parlamento, e ciò accade perché il Brasile è un paese enorme, preda della burocrazia e di ostacoli strutturali che rendono difficile rispettare alla virgola quanto scritto nella Carta fondamentale dello Stato. Le transazioni in moneta digitale richiedono reti di computers che utilizzano grandi quantitativi di energia elettrica e l'industria di settore, nel suo complesso, mostra un consumo pari a quello di 3,4 milioni di unità abitative statunitensi (fonte Digiconomist Bitcoin Energy Consumption Index); attualmente la Cina sta pensando di limitare la fornitura di energia ai miners che, colti di sorpresa - ma non troppo - iniziano a volgere altrove il loro sguardo in cerca territori meno ostili. Ancora in questi giorni, gli investitori stanno trattando la moneta più come un investimento che come una moneta reale. Sempre negli stessi documenti, si evince che le autorità sono state incaricate di forzare le attività minerarie fuori dal mercato utilizzando misure legate al prezzo dell'elettricità, all'utilizzo del suolo, alla protezione fiscale e ambientale.

La notizia ha fatto scattare un'ondata di vendite che hanno portato le quotazioni del Bitcoin giù del 18% sotto la soglia psicologica dei 13mila dollari sulla piattaforma Bithumb quando un mese fa era arrivato a superare quota 19 mila dollari.

La dura posizione del governo sudcoreano ha innescato una forte discesa del prezzo di Bitcoin sia negli exchange online che in quelli offshore.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato