Esteri

Droga, arrestati due ventunenni

Droga, arrestati due ventunenni”

Condividi, fallo sapere ai tuoi amici!

Gli arrestati sono Christopher Michele Cuffari, di 25 anni, e Davide Schillace, di 57, che lavora come bidello in un'altra scuola.

La circostanza appariva alquanto insolita, pertanto gli agenti della Mobile si determinavano ad effettuare un estemporaneo servizio di osservazione.

Gli uomini della Mobile decidevano di procedere al suo controllo ma questi, alla vista dell'autovettura degli agenti, aumentava la velocità cercando di defilarsi ma si trovava costretto ad arrestare la sua marcia facendo cadere, nell'occorso, la busta della spesa: gli operatori, al suo interno, rinvenivano due confezioni in plastica di colore scuro ove era contenuta sostanza stupefacente del tipo marijuana dal peso complessivo di kg. 2.

La droga sequestrata dal valore commerciale di 150 mila euro, immessa nel mercato, avrebbe fruttato un illecito guadagno pari a circa un milione di euro. Dopo pochi minuti, il giovane si è allontanato dal plesso portando con sé una busta di plastica di quelle che si utilizzano normalmente per fare la spesa. L'altra persona, che nel frattempo era rimasta nel cortile interno della scuola e che aveva assistito a tutte le fasi del controllo, si è avvicinata ai poliziotti chiedendo loro se avessero bisogno di aiuto e anzi sostenendo che Cuffari si era introdotto nell'edificio senza permesso e che era stato invitato da lui a uscire.

Le affermazioni fatte dall'uomo, Davide Schillaci, erano false, avendo il personale della Mobile potuto notare la scena. "Sono accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione e possesso di banconote contraffatte". Dalla perquisizione poi effettuata dentro a un vano adibito a deposito nella "disponibilità esclusiva" di Schillace sono stati rivenuti degli involucri di cellophane contenenti marijuana. Droga trovata in grande quantità anche all'interno di un bunker ricavato nelle fondamenta della costruzione, il cui ingresso era stato nascosto da una porta in metallo ad apertura scorrevole. Espletate le formalità di rito, i due sono stati rinchiusi nel carcere di Catania piazza Lanza a disposizione dell'autorità giudiziaria.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato