Salute

Ecco come l'ibuprofene può ridurre la fertilità degli uomini

Ecco come l'ibuprofene può ridurre la fertilità degli uomini”

È uno degli analgesici più utilizzati al mondo, uno di quei farmaci di cui spesso di fa anche un incredibile abuso (in diversi Paesi è disponibile anche come OTC). Quali, invece, le conseguenze a lungo termine di una terapia continuativa? Una recente ricerca in ambito internazionale, effettuata da un gruppo di ricercatori francesi dell'Inserm (Istituto nazionale per la #salute e la ricerca Medica) avrebbe però messo in allerta i suoi assidui consumatori, poiché sarebbe emerso dallo studio che la sua abituale assunzione potrebbe provocare possibili effetti negativi sulla fertilità maschile. David M. Kristensen, co-autore dello studio e scienziato senior presso il Dipartimento di Neurologia dell'Ospedale universitario di Copenaghen, ha spiegato che questi tre farmaci sono di fatto anti-androgeni. In particolare, l'uso protratto di ibuprofene aveva agito su alcuni elementi della funzionalità dei testicoli, ad esempio aveva diminuito sensibilmente la produzione di testosterone. Un calo nel rapporto fra testosterone e LH sta a indicare uno stato di ipogonadismo compensato, condizione abbastanza comune nella terza età. Infine, secondo gli autori si tratta di un effetto reversibile per assunzioni di breve durata ma non è escluso che per assunzioni prolungate questi effetti possano diventare irreversibili. Quando si assume l'ibuprofene in dose comunemente usate dagli atleti, un piccolo campione di giovani uomini che sviluppano una condizione ormonale normale, si diminuisce la fertilità. I potenziali padri insomma dovrebbero evitare di assumere acetaminofene, cimetidina e adesso anche ibuprofene, secondo l'esperta. Maggiormente a rischio, per quanto riguarda l'ibuprofene, sono gli uomini che di base hanno una bassa fertilità:"Tuttavia, i fornitori di prescrizione raramente menzionano questi effetti avversi con i pazienti quando prescrivono questi farmaci".

Sono necessari ancora altri studi, ma Jégou dice: "L'allarme è stato lanciato; se questo serve per far prestare attenzione alle persone che hanno a che fare con le medicine - non con cose che non sono pericolose - è una buona cosa". Di questi, 14 hanno ricevuto una dose giornaliera di ibuprofene che molti atleti professionisti e dilettanti assumono: 600 milligrammi due volte al giorno (la dose di 1200 mg al giorno è il limite massimo indicato dalle etichette dei prodotti generici di ibuprofene). In una seconda parte dello studio gli autori hanno utilizzato degli espianti di testicolo adulto che sono stati esposti o meno all'ibuprofene; in questo modo è stato possibile dimostrare che l'esposizione all'ibuprofene riduce l'attività endocrina delle cellule di Sertoli e di Leydig del testicolo; la produzione di testosterone risulta ridotta attraverso la repressione trascrizionale. Gli effetti negativi sono stati rilevati anche nei test in provetta, con tessuto testicolare umano fornito da donatori di organi. Nei giovani trattati con l'analgesico i ricercatori hanno rilevato uno scompenso ormonale tra testosterone e ormoni luteinizzanti, sintomo di una disfunzionalità nei testicoli determinata dall'ipogonadismo compensato (che oltre all'infertilità è associato a depressione e maggiori rischi di eventi cardiovascolari).



Сomo è

Ultimo




Raccomandato