Finanza

In arrivo la tassa su plastica, pronta la proposta della Commissione Ue

In arrivo la tassa su plastica, pronta la proposta della Commissione Ue”

Prosegue la lotta dell'Unione europea contro le plastiche inquinanti.

Mentre l'Italia vive gli ultimi strascichi della bufera innescata dai sacchetti dell'ortofrutta, dall'Europa arriva un nuova proposta riguardante gli imballaggi polimerici: una tassa sulla plastica le cui entrate siano destinate nel bilancio UE. Il Commissario europeo al Bilancio, il tedesco Günther Oettinger, ha promesso per la settimana prossima il lancio di una proposta volta a "creare stimoli alla riduzione di quantità di plastica attraverso una legislazione fiscale più incisiva". Lo ha annunciato il commissario responsabile del Bilancio, Guenther Oettinger, in una conferenza stampa. Si tratta di una 'strategia europea sulle plastiche', nell'ambito della politica per lo sviluppo di un'economia 'circolare' sostenibile e rispettosa dell'ambiente. "Ma dal primo gennaio la Cina non prende più rifiuti plastici". "Noi produciamo e utilizziamo troppa plastica", ha insistito il Commissario, "nonostante il riciclaggio questa plastica finisce nei rifiuti, nell'interesse dei mari, degli animali, dei pesci e dei mammiferi, nell'interesse dei nostri paesaggi dobbiamo ridurre la quantità di plastica utilizzata. Ecco perchè ci sarà una tassa sulla plastica". Non è ancora chiaro, infatti, cosa andrà a colpire la tassa - se le componenti che si usano per fabbricarla oppure il prodotto finito - né se ci saranno esenzioni, ad esempio, per prodotti di uso quotidiano come i cartoni del latte. La tassa sulla plastica è un esempio, ma il commissario suggerisce anche di destinare al bilancio comune i ricavi dello scambio di quote di emissioni nocive (Ets) che oggi invece incassano i singoli Stati.

L'obiettivo è riuscire continuare a investire sulla crescita, l'occupazione e l'innovazione, affrontando al contempo le principali sfide del decennio a venire: la rivoluzione digitale, la globalizzazione, i cambiamenti climatici, ma anche la migrazione, la difesa e la sicurezza.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato