Salute

L'aragosta è un animale sensibile, vietato immergerla viva nell'acqua bollente

L'aragosta è un animale sensibile, vietato immergerla viva nell'acqua bollente”

La nuova pratica prevederà l'utilizzo di tecniche di stordimento da mettere in atto prima di procedere con l'abbattimento degli animali secondo le tecniche tradizionali: secondo quanto riportato, sarà prevista la "distruzione meccanica del cervello degli animali" e l'utilizzo di elettroshock prima che astici e aragoste finiscano nell'acqua bollente.

Calare le aragoste vive nell'acqua che bolle, pratica diffusa soprattutto nelle cucine dei ristoranti, non sarà più permesso. Si tratta di una vera e propria tradizione va considerata crudele e per questo motivo dal primo marzo in Svizzera diventerà illegale grazie alla normativa Appena approvata dal governo che imporrà di fatto ai cuochi di uccidere le aragoste in modo più umano di quanto si faccia normalmente.

Mai più aragoste vive buttate nell'acqua bollente o conservate nel ghiaccio. Un animale che, secondo i sostenitori dei diritti animali e alcuni studiosi specializzati, ha un sistema nervoso altamente sofisticato che gli permette di sentire dolore.

La relatrice della legge, la deputata Maya Graff del Partito Ecologista, ha ricordato un recente studio dell'Associazione svizzera dei veterinari cantonali sulla pesca, il trasporto, la detenzione e l'uccisione di aragoste per il consumo.

Tornando alle aragoste (e a tuttii crostacei), le nuove regole - che entreranno in vigore dal primo marzo - prevedono che dovranno essere trasportate in contenitori pieni di acqua salata e non più nel ghiaccio tritato. Come si legge nel testo della legge, ogni anno circa 130mila aragoste vive vengono importate in Svizzera, creando problemi non solo a livello etico ma anche igienico.

Intanto, nella Confederazione sarà vietato anche il trasporto e il mantenimento su giaccio o in acqua ghiacciata dei crostacei, che andrà effettuarlo soltanto "nel loro ambiente naturale".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato