Esteri

Lombardia, sciopero di maestre e maestri: primo giorno di scuola a rischio

Lombardia, sciopero di maestre e maestri: primo giorno di scuola a rischio”

L'Anief ha organizzato una manifestazione tra le 9 e le 13 davanti al ministero dell'Istruzione e contemporaneamente sono previsti sit-in anche davanti gli Uffici scolastici regionali di diverse città: Torino, Milano, Bologna, Palermo, Cagliari, Catanzaro e Bari.

Se così fosse, una volta che le Graduatorie di Merito dei precedenti concorsi saranno esaurite e che sarà programmata una nuova procedura per il 2020, la validità delle GM di riferimento sarà fissata al 2022/2023 così da poter procedere con un nuovo concorso per il 2023, e così via. Secondo fonti del sindacato autonomo dei Cobas, a manifestare in piazza sono stati almeno 20.000 precari della #Scuola, dei quali 5.000 avrebbero formato il corteo.

"Abbiamo chiesto all'Avvocatura dello Stato di darci le linee attuative della sentenza del Consiglio di Stato". Riguardo al numero e alla distribuzione territoriale di questi docenti: "I grossi numeri sono al Nord. Quello che mi sento di garantire con assoluta certezza è che le cattedre assegnate per l'anno scolastico in corso saranno portate a termine".

Apertura immediata delle Gae per tutti gli abilitati.

"Chi è stato immesso in ruolo dovrà mantenere il proprio posto. - concludono - Per chi ha già fatto l'anno di prova, esso vale molto di più di un concorso abilitante". (Vedi l'articolo sul ricorso alla Cedu proposto da Anief).

A tal proposito è stato l'ispettore del MIUR - Max Bruschi - a proporre una modifica della suddetta norma prevedendo una riduzione da tre a due anni per i concorsi riservati al reclutamento del personale docente nella scuola d'infanzia e primaria.

"Chi sciopera deve sempre essere rispettato - afferma De Persiis - perché lo fa a spese proprie ma in questo caso ci sentiamo di dire che potevano essere messe a punto iniziative di pressione diverse". La questione è che al momento sono a rischio 6.000 posti di docenti che sono regolarmente inseriti negli istituti e che in passato sono stati assunti con riserva.

Oltre alla perdita del posto di lavoro queste insegnanti rischiano anche di ritrovarsi improvvisamente spostate in seconda o in terza fascia in graduatoria, stando alle dichiarazioni dei sindacati Cobas scuola.

Iscriviti alla Newsletter di Scuolainforma!

Mercoledì 10 gennaio 2018 dalle ore 16,30 la scuola dell'Infanzia Cesano accoglierà nella giornata di Scuola Aperta tutti i genitori interessati a conoscere la struttura, l' organizzazione e l'offerta formativa.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato