Esteri

"Pietre d'inciampo", monumento diffuso della memoria

Altre sette installazioni dell'artista tedesco Gunter Demnig presto svelate nella città di Ancona per ricordare altrettante vittime della barbarie nazifascista.

L'artista produce piccole targhe di ottone poste su cubetti della dimensione dei porfidi delle pavimentazioni stradali, che sono poi incastonati nel selciato davanti all'ultima abitazione scelta liberamente dalla vittima.

Quest'anno saranno posizionate 37 nuove pietre, 8 in città e, per la prima volta, anche ad Alessandria, Novi Ligure, Acqui Terme, Piasco (Cuneo) e, in provincia di Torino, a Pinerolo, Moncalieri, Collegno, Coazze, Condove, Lanzo e Ivrea. Fino ad oggi sono state installate più di 50mila pietre in tutta Europa.

Ad Ancona ci sono già tre pietre d'inciampo.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato