Esteri

Terremoto nel centro Italia ad Amatrice. Scossa di magnitudo 3.6

Si tratterebbe di una sorta di vibrazione che scuote la crosta terrestre dell'Italia centrale dal 24 agosto 2016 e la scossa di oggi è collegata a questo meccanismo.

"Una scossa di magnitudo 3.4 è del tutto compatibile con l'evoluzione delle repliche in corso dal 24 agosto 2016" ha aggiunto Doglioni. Una sequenza sismica continua, monitorata dagli esperti. Fino alle nuove scosse importanti, quelle della mattina del 18 gennaio 2017, quattro scosse di magnitudo 5.1, 5.5, 5.4, 5.0 con epicentro questa volta in Abruzzo. Un sisma che potrebbe essere all'origine della valanga che ha travolto l'hotel Rigopiano; dopo giorni di abbondanti nevicate sull'Abruzzo e sulle zone terremotate. Nonostante la forte magnitudo, registrata in 7.2, i danni sarebbero circoscritti, ma in tutta l'area è paura per l'allerta tsunami decretata dalle autorità dei vari stati. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 10 chilometri di profondità; l'epicentro è stato localizzato 2 chilometri a nordest di Amatrice, a 8 chilometri da Accumoli, a 11 da Campotosto (L'Aquila) e a 15 da Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). Non sono stati segnalati danni a persone o cose.

Le scosse sono state avvertite in molte città irachene, dal capoluogo curdo di Erbil fino alla capitale Baghdad.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato