Sport

Cairoli ancora protagonista, l'italiano dà spettacolo agli Internazionali 2018

Cairoli ancora protagonista, l'italiano dà spettacolo agli Internazionali 2018”

Il "fattore casa" non ha aiutato Tony Cairoli, che nella seconda tappa degli Internazionali d'Italia non è riuscito a bissare la magistrale doppietta di Riola Sardo.

MX1 - Nella gara di MX1, Antonio Cairoli non è riuscito a ripetere la vittoria di sette giorni prima in Sardegna e ha dovuto lasciare il gradino più alto del podio a Romain Febvre, portacolori Yamaha Monster Energy. A nulla è servito il tentativo, nel finale, di riportarsi in testa alla gara conclusa in seconda posizione.

1-A.Cairoli 220p. 2-R.Febvre p.180 3-J.Van Horebeek 160p.

Un appuntamento, quello con gli Internazionali d'Italia che servirà al campione italiano per preparare al meglio l'assalto al decimo titolo mondiale che lo proietterebbe nella leggenda del motocross facendolo diventare, al apri di Everts, il pilota più vincente di sempre. Quarta posizione per Ivo Monticelli (Yamaha), seguito da Tanel Leok (Husqvarna) e Alessandro Lupino (Kawasaki). A Noto, con Antonio Cairoli è arrivato anche il sole a far da cornice ad un'agguerrita e spettacolare giornata di gara: il calore del pubblico siciliano ha fatto poi la differenza. A mettergli i bastoni tra le ruote è stato Romain Febvre, che nella manche MX1, a quattro giri dalla fine, ha terminato il suo pressing sull'ufficiale KTM che era rimasto al comando da inizio gara sfruttando la presenza dei molti doppiati, strappandogli il comando e mantenendolo sino al traguardo. Il pilota belga viene, però, retrocesso di dieci posizioni, per aver sorpassato il suo compagno di squadra Febvre in regime di bandiere gialle. Il primo pilota della Mx2 è risultato Alvin Ostlund (Yamaha Sm Action), quinto assoluto. Nella supercampione Cairoli è in testa con 240 punti, secondo Febvre con 180, terzo Tannel Leok a 105.

Un pienone di pubblico per abbracciare il siciliano Antonio Cairoli, che ha risposto senza risparmiarsi, con due ottime gare.

Nella 125 il veneto Mattia Guadagnini (Husqvarna) conquista la seconda doppietta agli Internazionali d'Italia. In campionato Renaux guida con 165 punti su Cervellin a quota 160 e Lawrence (Honda 114 Motorsport) a 120. In tutte le due prove gli è terminato alle spalle Emilio Scuteri, che insegue nella classifica di campionato il pupillo del team Maddii Racing staccato di 80 punti.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato