Scienza

Facebook sperimenta il downvote: ecco di cosa si tratta

Facebook sperimenta il downvote: ecco di cosa si tratta”

La particolarità è data dal fatto che toccando il pulsante (battezzato Downvote) il commento verrà nascosto in automatico dal News Feed dell'utente a cui non è piaciuto, che non lo potrà più visualizzare.

Se si preme il tasto, il commento viene reso invisibile all'utente, al quale sono poi offerte alcune opzioni per definire meglio la sua scelta.

Vedremo come si evolverà
Vedremo come si evolverà

Il tanto richiesto e decantato pulsante Dislike, sebbene Facebook si rifiuti di definirlo in questo modo, sarebbe pronto ad approdare sul social network di Mark Zuckerberg. Facebook ha comunque chiarito che la funzione sarà limitata all'area dei commenti, e che non ci sono piani per fare qualcosa di analogo con un tasto che sia alla pari del classico "Mi piace" per i normali post. L'iniziativa potrebbe aiutare a ridurre la visibilità dei commenti offensivi, ma secondo gli scettici potrebbe ulteriormente amplificare il ruolo di Facebook nel decidere che cosa mostrare agli utenti, tema dibattuto da tempo e diventato di stretta attualità da circa un anno, in seguito alle elezioni presidenziali negli Stati Uniti. "Stiamo esplorando una funzionalità per consentire alle persone di fornirci un feedback sui commenti pubblici". L'esperimento è in corso solo negli Stati Uniti su alcune Pagine e con un numero limitato di utenti. E da tempo ormai che gli "insider" hanno preso a sparare sul mondo che hanno contribuito a creare, con personalità come Sean Parker (già presidente di Facebook) impegnate a denunciare i danni al cervello provocato dai meccanismi di cattura dell'attenzione insiti nelle reti sociali. Mentre il Non Mi Piace era destinato a funzionare proprio come il Mi Piace ma con l'intenzione di esprimere l'emozione opposta, il downvote non servirà agli utenti per esprimere una opinione sui commenti ma per segnalare quelli inappropriati. Facebook, infatti, non puo' avere persone o un software per analizzare ogni singolo commento pubblicato dagli utenti, e con il downvote la società vuole quindi chiedere l'aiuto degli utenti stessi che partecipano o leggono una discussione per contribuire a tenerla 'pulita'.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato