Finanza

Ironlev, la tecnologia italiana che fa volare i treni (davvero)

Ironlev, la tecnologia italiana che fa volare i treni (davvero)”

Rispetto ad Hyperloop, che prevede treni - capsula che viaggian odentro un tubo a bassissima pressione grazie alla levitazione magnetica, IronLev permetterebbe di eliminare il tubo dell'Hyperloop. Un'idea rivoluzionaria che però in Italia difficilmente vedremo mai, a causa della configurazione geografica della nostra penisola.

I settori di applicazione per questo tipo di tecnologia non si limitano esclusivamente al mondo dei trasporti di massa: IronLev può essere applicata a montagne russe, carrelli per riprese cinematografiche o televisive, ascensori, sistemi di parcheggio automatizzati, sistemi antisismici, e si presta a possibili evoluzioni nel campo dell'automazione industriale. Un trio di ingegneri italiani ha invece ideato un sistema per "democratizzare" - come dicono loro - la levitazione magnetica.

Il primo prototipo è stato presentato a Spresiano per iniziare a creare un salto quantico nel trasporto pubblico di massa, sempre più smart ed eco-friendly e i vagoni di tram e treni che non si muoveranno su ruote, ma galleggeranno su un cuscino magnetico.

Nata proprio dalla joint venture tra due aziende Italiane, Girotto Brevetti, azienda di Treviso specializzata in ricerca e sviluppo in ambito meccatronico e Ales Tech, startup Pisana con un'esperienza proprio nell'ecosistema Hyperloop, la tecnologia IronLev è semplice e geniale al tempo stesso. In questo modo gli investimenti necessari per aggiornare la rete ferroviaria sarebbero relativamente bassi, visto che praticamente tutto il resto dell'intera struttura resterebbe invariato. "Ma anche di energia".

Non capita tutti i giorni di vedere un'automobile sospesa su un binario.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato