Salute

L'Ecdc lancia un nuovo allarme virus Zika: le due facce della ricerca

L'Ecdc lancia un nuovo allarme virus Zika: le due facce della ricerca”

Lo ha annunciato con un comunicato il Centro europeo per il controllo delle malattie (ECDC), sottolineando l'individuazione di nuovi insediamenti da tenere sotto stretta sorveglianza.

I vertici del centro invitano gli organismi europei preposti alla salvaguardia della salute alla massima precauzione: la zanzara starebbe infatti compiendo un velocissimo viaggio di avvicinamento ai nostri territori. La aegypti, ricorda l'Ecdc, è stata endemica nell'Europa meridionale fino a metà del '900, le condizioni climatiche europee permettono una proliferazione in caso di reintroduzione. Oltre alla febbre gialla che le dona il nome comune, l'insetto può trasmettere fra le altre anche la febbre dengue, la malattia zika (scatenata dall'omonimo virus) e la chikungunya.

I rischi per il Vecchio Continente non sono legati alle sole isole periferiche, ma anche alla diffusione in altre aree vicine.

Nel 2017 la zanzara è tornata in Egitto, mentre la Spagna ha riferito di alcuni ritrovamenti nelle Canarie. Da alcuni anni, inoltre, si è stabilizzata lungo le coste del Mar Nero e in parte della Turchia.

La zanzara "aedes aegypti", portatrice di diverse malattie tropicali che vanno dal virus Zika alla febbre gialla, è ormai alle porte del continente europeo.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato