Salute

Novellino: "Non servono professori, ma gente che lotta"

Novellino:

Il Cesena è forte, ma noi dobbiamo vincere.

LO SPIRITO CHE DEVE AVERE LA SQUADRA - "Lo spirito deve essere battagliero". La sua mano si vede.

L'UMILTA' CHE NON DEVE MANCARE - "Nella mia carriera ho ottenuto risultati sempre senza fare il professore". Con più attenzione avremo avuto più di 29 punti. Voglio una squadra consapevole dei suoi mezzi. A scuola, quando sbagliavo un compito, la maestra mi bacchettava le mani, ma certamente non andavo a piangere da mio padre. Ho letto cose che mi hanno dato fastidio. "La società comanda, ma in campo comando io, voglio precisare questo".

Continua senza sosta la preparazione dell'Avellino in vista della gara di sabato pomeriggio contro il Cesena di Fabrizio Castori.

Avellino, Novellino: "Non voglio professori in campo. Non ci deve ingannare la classifica". Domani mattina ci sarà la rifinitura a porte chiuse al Partenio - Lombardi e a seguire la consueta conferenza stampa di Walter Novellino che presenterà la sfida contro i romagnoli.

Cesena: "E' una squadra che ha dei calciatori che ci possono mettere in difficoltà". Domani valuterò tutto: stamattina mi è piaciuto molto l'atteggiamento di Ardemagni, domani gli parlerò e, se è carico a dovere, potremmo decidere anche di scendere in campo con un sistema di gioco diverso. Sul clima che si respira intorno alla squadra: "Le chiacchiere non mi piacciono, preferisco i fatti: so che devo fare punti e guardo il mio lavoro, il resto non mi interessa". Occhio anche a Falasco, un ragazzo che tengo in grande considerazione.

SUAGHER TORNA DA EX - "E' stata una scelta della società che ha deciso di puntare di più su Kresic". IIl discorso è molto semplice: "avevamo a disposizione due centrali dell'Atalanta, loro ci hanno chiesto di sceglierne uno e abbiamo trattenuto quello più giovane".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato