Esteri

Tensione Ankara-Nicosia, Italia segue il caso nave Eni

Tensione Ankara-Nicosia, Italia segue il caso nave Eni”

Lo ha detto il presidente cipriota Nicos Anastasiades, sul caso della piattaforma Eni il cui viaggio verso una zona di trivellazione è stato fermato dalla Marina turca.

Da Nicosia si cerca intanto di rassicurare.

"Stiamo gestendo la situazione per evitare qualsiasi escalation, senza ignorare il fatto che le azioni della Turchia violano il diritto internazionale".

Ma il nodo c'e' e resta tutto da sciogliere. Come ha ribadito Ankara che, ieri, per voce del suo ministero degli Esteri è tornata a criticare Nicosia per le esplorazioni di idrocarburi al largo delle sue coste definendole "unilaterali".

Nicosia, 10 feb 19:22 - (Agenzia Nova) - Il governo di Cipro è in "costante contatto" con il governo italiano e con la compagnia petrolifera italiana Eni di fronte alle nuove "provocazioni" turche nella Zona economica esclusiva (Zee) cipriota. Erdogan stesso, incontrando in Italia Sergio Mattarella e Paolo Gentiloni, nella visita che si è tenuta la scorsa settimana, aveva espresso le sue preoccupazioni. "I lavori (di esplorazione) del gas naturale in quella regione rappresentano una minaccia per Cipro nord e per noi", ha sottolineato il sultano.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato