Salute

Torna la giornata della raccolta del farmaco

Torna la giornata della raccolta del farmaco”

Parameter name: valueValue cannot be null.

Sabato 10 febbraio torna in tutta Italia la Giornata di raccolta del farmaco, una risposta alla richiesta di farmaci da parte degli enti aumentata negli ultimi 5 anni del 27,4% a fronte di un incremento del numero degli indigenti, cresciuto in 1 anno del 4%, in particolare di minorenni, in crescita del 3,2%. Un dato a cui occorre aggiungere quello prodotto dal Rapporto sulla povertà sanitaria, presentato nei mesi scorsi e realizzato dalla Fondazione Banco Farmaceutico Onlus. Luigi D'Ambrosio Lettieri (presidente dell'Ordine dei farmacisti di Bari e BAT), Vito Novielli (presidente Federfarma Bari), Michele Pellegrini Calace (presidente Federfarma BAT). L'auspicio di tutti è che quest'anno la raccolta si possa incrementare, considerato il crescente fabbisogno e il momento particolarmente delicato in Puglia, come nel resto del Paese e soprattutto al Sud. In questo contesto, la farmacia conferma il suo ruolo importante nell'ambito del sistema sanitario nazionale, grazie alle competenze professionali e alla capillare presenza sul territorio, sul fronte dell'assistenza, della tutela della salute e della stessa sostenibilità del sistema. I farmaci acquistati saranno consegnati direttamente agli enti assistenziali della Lombardia convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus.

Nella provincia di Fermo, la raccolta 2018 vedrà impegnate quattordici farmacie aderenti, una in più rispetto allo scorso anno.

Mantova - Un giorno intero per poter raccogliere le donazioni di medicinali da banco che potrebbero cambiare la giornata, se non addirittura la vita, di molte persone indigenti.

Durante la GRF dell'11 febbraio 2017, sono state raccolte 375.240 confezioni di farmaci, per un controvalore economico pari a 2.599.791 di euro. "Sono sempre più le farmacie che decidono di aderire al nostro progetto che si avvale della collaborazione di una grande rete di associazioni che successivamente andranno a distribuire i farmaci alle persone che necessitano di cure ma che non hanno i soldi per potervi accedere. - ha spiegato Cristian Vagliani, delegato territoriale di Banco Farmaceutico - In tutte le occasioni in cui ci siamo mossi, siamo riusciti ad ottenere ottimi risultati". Ne hanno beneficiato oltre 580.000 persone assistite dagli enti convenzionati.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato